5.000 nuovi alberi a Concordia Sagittaria

Concordia Sagittaria è ancora più verde grazie ai 5.000 nuovi alberi che sono stati piantumati in un terreno agricolo di proprietà del Comune, nella frazione di Sindacale, a seguito dell’iniziativa promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con Etifor, consulente tecnico forestale dell’Associazione Forestale di Pianura (AFP) alla quale il comune di Concordia Sagittaria aderisce insieme ad altri 7 comuni, AzzeroCO2 e con il contributo di E.ON Energia.

L’INIZIATIVA
L’intervento si inserisce nel progetto Boschi E.ON, iniziativa di riforestazione tra le più significative e ambiziose realizzate nel nostro Paese, che ha già portato alla piantumazione di oltre 28.000 alberi in 9 aree boschive sul territorio nazionale e che punta alla messa a dimora, entro il 2017, di più di 60.000 piante. L’imboschimento della frazione di Sindacale è stato realizzato in un terreno di circa 3 ettari adiacente al Bosco Viola (accessibile da via Garibaldi e via Zignago) e sarà gestito dall’azienda agricola locale Verderame. L’area sarà inclusa nel Piano di Gestione Forestale dell’Associazione Forestale di Pianura (AFP, www.forestedipianura.it) regolarmente approvato dalla Regione Veneto. I boschi appartenenti all’associazione sono certificati secondo lo standard di gestione forestale sostenibile del Forest Stewardship Council® (FSC, https://it.fsc.org/it-it) e il nuovo bosco di Sindacale intraprenderà un percorso analogo.

IL NUOVO BOSCO
Il nuovo bosco fornirà benefici ambientali, sociali e paesaggistici e sarà in grado di sostenersi economicamente in futuro grazie all’impiego di piante micorizzate con tartufo, che permetteranno la produzione di questo prodotto molto richiesto dai nostri ristoranti più rinomati, e l’inserimento di filari di pioppo, storicamente utilizzati per separare le aree agricole e perfetti per la produzione di legname da utilizzabile nelle filiere locali dell’edilizia sostenibile e falegnameria.

Durante l’imboschimento sono state utilizzare specie arboree autoctone e tipiche dei boschi naturali della zona (Farnia, Carpino bianco, Olmo, Ontano e Pioppo) piantate in base ai differenti ritmi di accrescimento ed esigenze ecologiche, per sfruttare al meglio la superficie del bosco, ostacolare la diffusione di patologie, ottimizzare le risorse idriche e migliorare il paesaggio e l’ambiente. Per collegare il nuovo bosco all’esistente bosco Viola, entrambi aperti e disponibili al pubblico, è prevista la realizzazione di un sentiero pedonale che attraverserà l’area permettendo a cittadini e turisti di scoprire questa nuova oasi verde.

Ultime news

Spiagge e natura| FSC® Friday 2017

Grazie a tutti per aver partecipato al convegno-evento "SPIAGGE E ...

Festeggia l'FSC® Friday con noi!

ll 29 settembre si terrà a Bibione il convegno-evento “Spiagge ...

La prima foresta urbana del 2017 in Veneto

La primavera a San Donà di Piave arriva più verde ...

5.000 nuovi alberi a Concordia Sagittaria

Concordia Sagittaria è ancora più verde grazie ai 5.000 nuovi ...